Archivio della categoria “Vita”

Cosa dire in occasione di una data cosi’ importante (domani)?
Solo auguri … auguri mamma e papa’ per i vostri 50 anni di matrimonio
50 anni … ma quanti sono?
A me sembrano un numero altissimo forse anche perche’ me ne mancano
tanti (vabbe’ ancora un po’) che non riesco a quantificarli figuriamoci
a pensare di viverli tutti insieme ad una persona.
Eppure da questa unione sono nato io … e ovviamente mia sorella.
Sinceramente mi sembra un traguardo cosi’ enorme che ancora non riesco a
pensare che sia reale perche’ in realta’ visti i vari guai fisici non
pensavo (ma ovviamente ci speravo) che ci arrivasse.
Eppure eccovi qui belli come non mai, con le vostre rughe e le vostre
preoccupazioni rivolte verso i figli.
Vorrei solo vedervi un po’ piu’ sereni.
I vostri figli oramai sono cresciuti e grazie al vostro impegno sono
persone con la testa sulle spalle che comunque devono scrivere con
le loro mani il proprio futuro.
Ecco il mio piu’ grosso augurio per il vostro futuro: serenita’ e salute.
E chissa’ che fra 25 anni non siamo ancora qui per quelle di platino.
Speriamo!!!
-Vi voglio bene-

Comments Commenti disabilitati

Niente, anche l’ultimo tentativo di ribaltare la situazione non ha funzionato.
Altre velate minacce su quello che potrebbe succedere in un prossimo futuro …
pure l’accusa di voler sabotare il colloquio mettendo in dubbio la mia professionalita’
E anche mio padre da sempre legato al posto fisso e al pensiero di sopportare il padrone
qualunque cosa faccia e’ sbottato: “cambia lavoro”
Rileggendo l’ultima frase mi sembra di mancare di rispetto a mio padre ed e’ l’ultima cosa
che vorrei fare. Comunque …
Il problema e’ che mi guardo in giro e … non voglio cambiare. Della carriera non
me ne e’ mai importato, dei soldi relativamente.
Ma arrivare ad impiegare piu’ di 3 ore al giorno per andare e tornare al lavoro proprio
non riesco a sopportarlo.
Ma questi geni non riescono mica a capirlo! “Ti rimborsiamo i biglietti!”. Ma quale grande
concessione mi state facendo. Attenti che se si sparge la notizia vi fanno santi.
Questi giorni sono anche i giorni della consapevolezza.
Volevo mantenere un bel rapporto di amicizia ma a quanto pare sono l’unico interessato.
E la freddezza che sento, quella strana sensazione che mi fa’ pensare di essere ignorato.
E allora prenditi quello che vuoi, sarai cosi’ contenta. Nel bene e nel male.
Ma tanto ormai non ti interessa piu’ niente, altrimenti non saremmo arrivati fin qui.
E come al solito saro’ io a soffrire di questa situazione.
Questi sono anche i giorni del bagno e anche qui ovviamente non fila tutto liscio.
Sono stanco di litigare con tutti e sono stanco di avere sempre problemi e mai
soddisfazioni a tal punto che anche l’idea di dovermi operare (new entry) per verificare
la natura di accumulo di grasso non mi fa’ paura.
E addirittura ho deciso di aspettare! Qualche mese fa’ mi sarei fatto operare all’istante
per la paura. Ora non me ne frega niente.
E forse lo avrei fatto solo per prendere giorni di convalescenza e non andare la’
Che strano … pensavo ad un mese felice … e invece e’ andato tutto a ramengo.
Ma ora ascolto un po’ di musica … che relax! Note dolci e cariche allo stesso tempo.
Adrenalina a mille.
“All we gotta do is, listen”
Non e’ un mondo fantastico?

 

Comments Commenti disabilitati

Pensavo che non sarebbero riusciti a trovare qualcosa di peggio.
Ma mai sfidarli …
Al peggio non c’e’ mai fine … e la mia vita negli ultimi anni
e’ a testimonianza.
Pensavo che il mio ritorno in sede sarebbe stato piu’ felice.
E invece sono qui a rimpiangere dove ero prima.
E cio’ mi sembrava impossibile. Prima.
E anche il suo comportamento freddo nei miei confronti che avevo
gia’ notato negli ultimi mesi. Pensavo fosse solo il fatto che
fossimo lontani. Ma non era cosi’.
Continui attacchi su tutto quello che dico e quello che faccio.
Neanche un momento per prendere un caffe’ insieme e quella
sensazione di, non dico volermi evitare, ma non volersi trovare
sola con me. E ovviamente da parte mia tutta una serie di
elucubrazioni mentali.
E quel “musone” che mi da’ veramente fastidio.
Le persone non possono essere sempre felici, forse la sua vita lo e’,
ma altri non hanno tutta quella felicita’ davanti agli occhi.
Non ho voglia di piangermi addosso ma mi sono spesso domandato che
razza di amicizia e’ la nostra dato che ogni volta che ho un problema
non posso parlargliene.
Ho una rabba interna incredibile … una delusione immensa … non chiedo
una vita spettacolare o meravigliosa ma e’ possibile che negli ultimi anni
e’ stata una discesa continua?
Cosa ho fatto di cosi’ malvagio per non meritare mai un po’ di serenita’?
Perche’ ogni lato della mia vita fa’ schifo?
Domande senza risposta

Comments Commenti disabilitati

Non ce la faccio ad accettare questo mio stato di salute.
Anche se è uno stato di limbo.
Due giorni fa' dovevo semplicemente fare un esame del sangue ed ero in crisi 
profonda. Continuo a ripetermi le stesse deprimenti cose: non e' giusto, perche' 
non ho mai avuto niente dalla vita ... 
Cose dette mille volte che mi deprimono maggiormente e soprattutto non 
migliorano la situazione.
Per fortuna stamane che ho dovuto fare un esame molto piu' impegnativo il mio 
stato mentale e' stato piu' sereno.
Forse l'altro giorno e' stato un crollo dovuto ad un po' di stress e stanchezza 
per le cose che dovevo affrontare questa settimana.
Leggevo che una delle difficolta' in questa malattia era proprio lo stato 
psicologico del malato. E non ho difficolta' a credere a questo dato che il mio 
stato psicologico e' molto fragile e (salvo evoluzioni dell'esame di stamane) 
sono nel limbo.
Oggi devo decidere per il bagno. O meglio, ho gia' deciso ma devo comunicare la 
mia decisione.
In queste settimane c'e' stato N qui. Ma adesso ancora qualche giorno e 
ripartira'. Ma tutto sommato e' stato bello rivederlo e fare tante cose che 
facevamo quando era qua.

Comments Commenti disabilitati

Purtroppo non tutto si e' concluso come speravo.
Non ho avuto una risposta positiva ma non e' neanche del tutto negativa anche se 
la sensazione e' che non sia negativa esclusivamente per la definizione.
E cosi' mi trovo in questa sorta di limbo ... ma visto la negatività che 
continua a invadere la mia mente mi sento piu' all'inferno che in paradiso.
Purtroppo il santino della mamma non ha funzionato pienamente.
Tutto sommato pero' mi accorgo di non esserci rimasto male come temevo.
Avevo quella sensazione che non sarebbe andato tutto a posto ... che qualcuno mi 
dicesse: "Sveglia, e' stato tutto un incubo"
Comunque la dottoressa mi ha molto rassicurato e ho trovato una persona che 
almeno a differenza della precedente mi ascoltava.
Tutto sommato, almeno per il momento, non cambia nulla: nessuna medicina, 
controlli periodici e la speranza che non vengano in luce altre segni.
Dovro' imparare a conoscere maggiormente i segnali del mio corpo (cosa che 
comunque avevo gia' imparato a fare) e quella sensazione sgradevole di non 
essere imbattibile.
I miei sono tornati, abbastanza felici ma non come la prima volta che sono 
andati. Adesso anche loro avranno da combattere con vari acciacchi fisici e 
forse qualche operazione.
Supereremo anche questo,insieme a tutto il resto.
E per "qualcosa di futile": la macchina per il rifacimento del bagno e' in moto: 
wow!!! Speriamo nella clemenza del preventivo e che tutto venga fatto bene e mi 
soddisfi appieno

Comments Commenti disabilitati

Ormai siamo alle battute conclusive.Spero.
A giorni (dottori permettendo) dovrei sapere la verita' sul dubbio di tutto 
quest'anno. Ce l'ho oppure no?
Ho un po' paura. 
Continuo a pensare che qualsiasi sia la risposta non deve cambiare niente 
perche' mi sento bene e sto' bene.
Ma gia' so' che non sara' cosi' in caso negativo.
E mi distrugge anche il sapere di pensare in modo negativo. Di aspettarmi sempre 
il peggio. E inoltre quel giorno come santo nella mia stanza c'era la mia mamma!
E non puo' essere stato casuale.
Comunque come sempre siamo in attesa dei comodi ospedalieri.
Possibile che siamo anche alle battute conclusive dal cliente.
E questo invece non puo' che rendermi felice. 
Lo spero, spero di andare via di qui e di tornare in sede da me e di fare 
qualcosa di piu' costruttivo e creativo rispetto a qui.
E inoltre non andrei via per demeriti ma per mancanza di budget (eh si, costo 
troppo) e cavilli burocratici.
E purtroppo i miei sono alle battute conclusive della loro vacanza.
E qui mi fa' un po' male nel pensare che sono felice del loro ritorno.
Mi sembra di mancargli un po' di rispetto per una cosa che meritavano e che sono 
sicuro li ha resi felici (soprattutto mamma).

Comments Commenti disabilitati

E aggiungiamo anche la schiena e il piede agli acciacchi
del periodo piu’ o meno lungo dato che dura ormai da due anni.
Beh, diciamo che la schiena non e’ una nuova entrata ma
ora ho deciso di cominciare a far qualcosa in modo da guarire.
E così e’ iniziata fisioterapia, massaggi e tens.
Sveglia all’alba, terapie e poi lavoro …
Eppoi nuovo dolore al piede ma questa volta quello destro.
Ormai cerco di non arrabbiarmi piu’, di fare affidamento alla
mia calma interiore.
Dubito che bastera’ ma il contrario non cambierebbe la
situazione.
E sempre in attesa del “grande” controllo.
I miei invece ritorneranno in Australia …
L’altro giorno, dopo l’acquisto dei biglietti, vedevo mia
mamma al settimo cielo.
E ovviamente non poteva che rendere strafelice anche me.
Sapere quanto si sono sacrificati (a volte anche troppo penso)
per me e mia sorella e vedere che ogni tanto si concedono
qualche svago non puo’ che rendermi felice.
Eppoi vanno in un posto bellissimo dove via mamma puo’ rivedere
le sue sorelle, suo fratello e parenti vari.
Ma soprattutto una sorella a cui e’ attaccattissima e vista l’eta’
difficilmente riuscira’ a rivederla.
Ma la stessa cosa avevamo detto 5 anni fa’ quindi … chissa’.
5 anni fa’ era il momento piu’ bello della mia vita per poi
precipitare tutto in breve.
Magari e’ la chiusura del ciclo anche per me e da ora in poi
le cose miglioreranno.
Bah … ogni speranza e’ buona vero?

Comments Commenti disabilitati

Pensando al titolo da dare mi e’ venuto prorio questo: nuove speranze.
Che non si riferiva al nuovo anno e quindi a nuove speranze per un anno
splendido, fantastico migliore del precedente.
No, si riferiva a cose che pensavo da tempo e cioe’ che molti dei miei mali
derivino dal mal di schiena e/o dalla scorretta postura.
Da qui nuove speranze perche’ se realmente riesco a curare questo dolore e
tutto magicamente si risolve …
Mi viene quasi da piangere al pensarci …
E ne sono molto convinto …
E se veramente il nuovo anno iniziasse con questa meravigliosa notizia?
Come l’anno scorso era iniziato con questo incubo?
Non sarebbe splendido?
Nuove speranze … si voglio proprio sperare che siano speranze e come desideri si tramutino in realtà.

Nuove speranze!!!!!

Comments 2 Commenti »

Mi ero promesso che questo mese avrei scritto qualcosa di allegro e/o positivo.
Ma credo che l'unico motivo che mi spinge a scrivere sia la negativita' e la 
tristezza interiore.
Il controllo medico non e' andato come pensavo e speravo: altri controlli e 
quella sensazione che non ci stanno capendo niente o che siano completamente 
fuori strada. 
Inoltre continuano ad affermare e a pensare che sia dovuto tutto ad una forma di 
depressione tanto in voga in questo momento.
"A furia di continuare a direlo mi sto' convincendo anche io" - sono state le 
mie parole.
Mi sembra una via troppo semplice da battere. Eppoi quella sensazione che quando 
parli non ti ascolta nessuno.
Mi sto' sempre di piu' convincendo che la soluzione la devo trovare io.
E al lavoro? Beh, mi hanno appena comunicato che mi sposteranno di posto.
"Mi dispiace" - e ti deve dispiacere molto! Sono qui per supportare voi e gia' 
e' difficile dato che siete sempre in riunioni varie. Dopo questo spostamento 
sara' ancora piu' difficile. E' un problema mio? Non credo proprio, penso di 
fare gia' piu' di quello che dovrei e se mi rimandate via non posso che essere 
contento. Cosi' potrei tornare nella mia societa' e nella mia sede.
Sempre quella sensazione che il tuo lavoro non sia apprezzato come dovrebbe.
Che ovviamente aumenta quando leggi certe mail di persone che ti sei fatto in 
quattro per aiutarli e che a questo punto lasci pure aspettare giorni.
Tanto, se non apprezzano o non si fidano, perche' sbattersi?
Eppoi L. che mi invita ad uscire dopo anni. E che gia' mi stupisce dato che non 
credevo mai che si sarebbe ripetuta anche una semplice uscita (e di certo non mi 
aspettavo niente di piu' che due chiacchere).
E sinceramente gia' mi chiedevo il perche' dato che anche il nostro rapporto 
degli ultimi mesi era al minimo.
Ovviamente incontro disdettato causa nebbia. Ben 12 ore prima.
Ora, dato che non lavori nel meteo e che comunque non e' che sono sempre molto 
affidabili, come diavolo fai a sapere al mattino che la sera ci sara' la nebbia?
Insomma ... scusa bella e buona. Non ne potevi trovare una un po' piu' 
plausibile? Che ne so' tipo "sono stata rapita dagli alieni che chiedono il 
riscatto di un chilo di uranio per poter tornare al loro pianeta" oppure "e' 
l'anniversario della morte del mio canarino" ...
E infine la cara amica J che dopo avermi fracassato per anni con le sue 
telefonate di sabato e domenica dato che vive in una terra lontana ha deciso che 
il nostro appuntamento fisso non va' piu' bene perche' sente che io non desidero 
tanto i nostri colloqui.
Ovvero, dato che e' una donna, voleva chiamare nelle uniche 2 ore che io non 
potevo. Gli ho dato la disponibilita' completa di tutta la giornata (mi 
svegliavo anche alle 6,30 del sabato e domenica mattina o a mezzanotte) ma lei 
vuole parlare ovviamente quando io non posso.
Eppoi sono io che non desidero parlare con lei!

Insomma una settimana difficile

Comments Commenti disabilitati

Uffa ... contrattura? Stiramento? ... bicipite femorale sinistro ... ieri mentre 
correvo!!! Dopo il primo giro e tra l'altro fatto ad un buon ritmo e un buon 
tempo. Poi la fitta.
Nonostante questo pero' sono contento. Pochi minuti prima avevo risolto un 
problema che mi rattristava molto e che mi aveva rigettato nel panico pensando 
all'anno scorso e soprattutto al mio futuro.
Ma in realta' nulla di tutto cio' era vero: la mia memoria e' a posto.
Di conseguenza e' nata una nuova critica nei miei confronti, dovrei cercare di 
avere un maggiore equilibrio e non farmi prendere dal panico.
Alcune cose possono capitare senza necessariamente essere un problema derivante 
da quello. Da quello che non so' neanche se e' un problema (comunque minimo) 
dato che devo ritirare gli esiti.
Volendo fare un piccolo riassunto fisico degli ultimi due mesi pero' sono 
contento. Ho riacquistato un po' di morale, sono di buon umore, sono allegro 
come prima.
Riesco a correre anche piu' o meno come prima.
Riesco a gestire eventuali problemi fisici affidandomi all'esperienza di 
quest'ultimo anno. O quelli che penso siano problemi perche' tornando a qualche 
paragrafo fa' non e' detto che non li avrei subiti anche prima.
A differenza, prima probabilmente non li avrei neanche notati o dopo poco li 
avrei imputati al caso. Ora basta anche una piccola sensazione e comincio a 
pensare se potrebbe dipendere ... se e' qualcosa di riconducibile ...
L'ho detto devo migliorare.
E la corsa mi serviva molto ... almeno per scaricare un po' il nervoso.
Beh capita solo agli sportivi :) 

Comments 4 Commenti »