Archivio Marzo 2015

E alla fine hai vinto.
Sei entrata prepotentemente nella mia vita senza un segno premonitore.
Ma quello che ti posso dire e’ che sei una bastarda.
Come una donna che sai che ti fara’ solo male. Ma almeno li’ hai una scelta.
Qui invece sei entrata e mi accompagnerai fino alla fine e probabilmente ne sarai la causa.
Senza possibilita’ di scelta.
Io e te. E basta. E tutte le persone che la tua presenza fara’ soffrire. Come i miei genitori.
Ma ormai ci sono pochi dubbi e io non voglio mettere la testa sotto la sabbia.
Fino ad adesso ho cercato di pensare positivo ma ormai e’ meglio essere realisti e guardare in faccia alla realta’. Anche perche’ e’ solo questione di tempo.
Come sara’ il mio futuro ora? E’ difficile pensare a un domani.
Pensare a tutti i sogni che avevo, a tutte le cose che avrei voluto fare e ottenere.
Il domani e’ molto offuscato e privo di speranze.
Penso a quando ero piccolo o anche a pochi mesi fa’.
A quelle che erano le mie convinzioni e certezze. E sono tutte crollate miseramente.
E continuo a chiedermi cosa ho fatto di male per meritare questo. Penso anche che non e’ giusto tutto questo.
Oggi ho paura di far soffrire la mia famiglia ma non posso continuare a tenere all’oscuro i miei.
Poveri genitori, ho dato loro poche soddisfazioni e adesso devono anche subire questa ennesima disgrazia.

Comments 61 Commenti »