Archivio Febbraio 2015

Il terrore ormai si e’ impadronito di me.
Quel pensiero non mi abbandona mai, il pensare di avere quella malattia mi manda 
nel panico totale. E’ difficile descrivere tutto quello che ho passato in questo 
mese. Dover prendere per la prima volta in vita mia dei tranquillanti per 
dormire spiega lo stress vissuto e la grossa preoccupazione che tuttora vive in 
me.

Continuo a ripetermi che non posso averla ma poi allo stesso modo mi ripeto che 
nessuno che ce l’ha si dice il contrario.
E ogni gesto che puo’ ricordarmela mi manda nel panico piu’ totale. E penso di 
averla
Addirittura sono arrivato a perdere la memoria per la preoccupazione e il 
panico.
No, non e’ possibile. Non posso.
Ho sempre agito in modo da non dipendere da nessuno e ora? Cosa potrei fare?
Ho sempre pensato che sarei stato il bastone della vecchiaia dei miei genitori e 
ora dovrebbero essere loro (ancora) ad occuparsi di me?
Non posso. Non voglio. Non devo.
E’ quasi impossibile spiegare tutto ora a posteriori ma prima non ce la facevo 
neanche a pensare a qualcosa di diverso da quello. Ora sono un po’ piu’ 
tranquillo … relativamente almeno.

Perche’ il pensiero, beh, quello c’e’ sempre.
E credo ci vorra’ ancora tanto tempo prima di allontanarlo. O prima di essere 
sicuro.
E se fosse vero? Io non ce la faccio a vivere con quel fardello.
Eppoi perche’? Mi sono sempre comportato bene con tutti, perche’ questa 
condanna? 
Non credo ci sia qualcosa di giusto in tutto cio’. E la mia vita non sarebbe 
piu’ la stessa.
I miei genitori ancora non sanno niente, non li voglio far preoccupare per 
niente. Anzi in realta’ l’ho detto solo a due persone. Tutte le altre non le 
voglio coinvolgere.
E il bello e’ che tutti pensano a cose normali. Ma questo non lo e’.
Anche essere positivi e’ molto difficile su queste cose.
C’e’ sempre una spiegazione per tutto ma qui? Qual’e’ la spiegazione? Qual’e’ il 
mio torto? 
Mi viene da piangere.

Comments 62 Commenti »