Archivio Novembre 2014

Consapevole che comunque non posso scegliere.

O almeno non posso permettermi di scegliere, il che fa’ cambiare poco il discorso.

Comunque il cliente dovrebbe confermarmi.

E qui nascono i problemi perche’ se da un lato ovviamente sono contento perche’ questo dimostra la bontà del mio lavoro dall’altro vorrei chiudere qui e tornare a “casa mia”.

Ma tornare significa rimettersi in attesa di un qualcosa che tarda ad arrivare e ormai obbiettivamente comincio anche a pensare che non ci sara’ mai.

Eppoi c’e’ sempre la speranza che un giorno chissa’ … questo cliente possa diventare la mia nuova casa.

Ci sarebbero enormi vantaggi e qualche svantaggio; numericamente i vantaggi sono maggiori ma qualitativamente non so. O meglio sono molto incerto su uno che continuo a voler tenere vivo … chissa’ poi perche’.

Comunque ad oggi queste sono solo fantasie dato che non se ne e’ mai parlato.

E neanche la mia riconferma e’ certa (motivi di budget) dato che “costi molto, so’ che non e’ colpa tua, ma ne vale la pena”.

Sono rimasto contento pero’ delle parole di stima (“qui dentro se uno di quelli che ne sa’ di piu’” o “I. è contentissimo di te” …). Soprattutto considerando che ero entrato dentro per un motivo ma sto’ facendo altre mille cose.

Eppoi c’e’ sempre la paura del consulente a vita dimenticato dal cliente che non ottiene niente anche se svolge un lavoro eccezionale.

Comunque questi sono discorsi eventualmente da rifare l’anno prossimo con la speranza che si sia aperta qualche opportunita’.

Oggi, come detto, non posso scegliere.

Comments 823 Commenti »