Archivio Marzo 2014

Quello che mi diceva mia mamma mi ha lasciato senza parole. E mi ha molto sorpreso.
Ed, ovviamente, era una cosa che non sapevo dato che era successo quando ero molto piccolo. Sicuramente avevo meno di 6 anni, quindi i miei ricordi di quella eta’ sono molto vaghi e si fermano a qualche immagine e/o poche parole.
Ma, aldila’ della memoria, dubito che avrei avuto la sensibilita’ per capire i fatti.
Mi aveva portato da un logopedista! Perche’ parlavo poco!
Il medico le aveva detto che avevo bisogno solo di essere portato in mezzo agli altri.
Si, mi ha sorpreso tutto questo e per tanti motivi.
Il primo era la sensibilita’ avuta da mia mamma e mio papa’ nel portarmi da uno specialista di quel tipo. Perche’ i miei hanno sempre pensato di risolvere i problemi da soli.
Inoltre mi ha sorpreso perche’ ho sempre pensato di essere stato un bambino normalissimo e che il mio poco parlare (tuttora) fosse stata un’ “abilita’” acquisita in fase adolescenziale in presenza dei primi seri problemi (ad esempio l’incidente).
Invece sono sempre stato cosi’ di carattere: chiuso, timido, di poche parole e (apparentemente) sempre inca$$oso.
Questo spostare l’abilita’ dall’adoloscenza al “sono nato cosi” mi ha un po’ scosso, sorpreso o non so’ bene definire cosa. Ecco: colpito.
Non che questo risolve il problema, se di problema si tratta, pero’ siccome mi sono sempre dato tante colpe di tante cose ho capito che a volte devo accettare il fatto che certe cose nascono in un modo o piu’ semplicemente seguono un certo percorso che non necessariamente e’ colpa mia.
Intanto, la cucina dei miei non e’ ancora arrivata e vedere mio papa’ cosi’ arrabbiato e nervoso mi fa’ soffrire.
Ieri sera prima di addormentarmi pensavo a quanto gli voglio bene, nonostante penso che tante cose (con me) avrebbe potuto farle meglio. Ma d’altronde penso anche a quanto mi ha dato e insegnato e al fatto che anche lui e’ una persona e puo’ sbagliare (lo stesso vale per mia mamma).
Ma ieri pensavo anche (ed era la prima volta che me lo dicevo a quasi 40 anni) che e’ il mio eroe.
Ti voglio bene papa’ e vedrai che questi problemi li risolveremo brevemente.

Comments 92 Commenti »