Archivio Giugno 2011

arcobaleno6

In un momento di tranquillita’ personale per quanto riguardo il mio umore e i mie stati d’animo oggi mi viene da pensare a tante cose che non riesco ad ottenere per colpe mie.

Ieri pensavo un po’ alla sfortuna che comunque non mi aiutava salvo poi ricacciare questo pensiero e dirmi che tutto cio’ che non avevo o non avevo voluto avere e’ da imputare a me stesso. Magari una piccola dose di sfortuna e’ anche presente ma non e’ possibile ficcare la testa sotto la sabbia e imputare tutte le colpe ad una variabile cosi’ aleatoria.

In fin dei conti credo che ognuno sia resposanbile delle cose che ha o che non ha e cercare di giustificare non e’ nelle mie corde, e’ facile e soprattutto non risolve il problema.

D’altronde se sono una persona chiusa a chi dovrei imputare i miei cattivi rapporti personali con gli altri? Certo non parlo di rapporti veri ma comunque di rapporti che possono portare dei benefici. Almeno dal punto di vista umorale.

Qualche chiacchera e qualche risata in piu non potrebbero fare che bene.

Che bello quando ridevo … quando pensavo che il mondo era nelle mie mani e che avevo intrapreso una strada piena di soddisfazioni.

Ora invece sono tutto il contrario, rido poco (o niente), ho una tristezza di fondo, non ho piu’ stimoli e non riesco piu’ a sognare ad occhi aperti.

Prima anche se piu’ o meno avevo gli stessi problemi almeno riuscivo a sognare una vita diversa, un mondo diverso e un futuro prospero.

E mi chiedo anche perche’ mi trovo sempre a questo punto, non credo di essere diverso da molti altri e penso sempre che potrei avere e potrei dare tante soddisfazioni.

Ma restano li … restano solo pensieri perche’ poi la realta’ e’ sotto i miei occhi. E allora a volte mi chiedo se forse non mi sopravvaluto come piu’ o meno il genere umano e’ sempre portato a fare.

Ma se posso a ragione non ritenermi il migliore posso anche a ragione non ritenermi il peggiore e meglio di molti altri. Che guarda caso pero’ hanno quello che io vorrei.

E allora? Dov’e’ il controsenso di questa vita?

Dove sbaglio?

Perche’ il rosso generalmente rappresenta la passione ma anche il sangue?

Perche’ tutti gli indizi mi portano a pensare alla fine anche di un minimo di rapporto? Ecco, pero’ qui un po’ di sfortuna e’ presente … senza giustificare nessuno … ma e’ presente.

Di certo non lo ricordero’ come uno dei periodi piu’ allegri quest’anno ma qualcosa di positivo e’ presente. E dopo una pioggia compare anche l’arcobaleno.

Pieno di fantastici colori … allegri colori … come quello che voglio diventare

Comments 7.088 Commenti »

rin1

Diciamo che l’idea di fondo nella mia piccola testolina e’ di sopravvivere questo mese che rimane prima delle ferie estive.
Ferie in cui voglio ripensare un po’ a tante cose, rilassarmi, stilare dei programmi e degli obbiettivi per l’anno prossimo.
Un po’ come una ripartenza verso un anno che desidero migliore di quello appena trascorso.
Vedo molte similitudini verso un altra estate in cui mi trovavo in uno stato simile, ricordo che ho trascorso un’estate insieme ad un block notes in cui appuntavo tanti pensieri, idee e ragionamenti.
Quest’anno voglio fare la stessa cosa perche’ solo mettendo per iscritto tutti i miei pensieri e idee posso fare un po’ d’ordine.
E poi voglio mettere giu’ un po’ di obbiettivi con le eventuali azioni da intraprendere, i metodi da utilizzare e qualsiasi altra cosa mi viene in mente per far si’ che questi si realizzino.
Non voglio passare un altro anno come questo anche se poi alla fine a pensarci bene non e’ stato negativo in senso forte.
Ha avuto qualche aspetto positivo e da questi devo ripartire e poi alla fine non puo’ sempre essere tutto bello.
Deve esserci anche qualcosa di brutto, solo cosi’ puoi apprezzare il bello.
E comunque sono andato a vivere da solo nella mia casa. E questo gia’ basterebbe per considerarlo come anno positivo.
Al lavoro dovrebbe essere in arrivo un aumento e di questi tempi e con un mutuo da pagare non e’ mai da buttare.
Sostanzialmente (forse) e’ solo il lato sentimentale che e’ stato negativo.
Pensavo che sarei riuscito a riallacciare un certo tipo di discorso ma da parte sua non vedo collaborazione.
Ormai ho perso ogni speranza e ho abbandonato l’idea.
Sapevo dall’inizio che non avremmo avuto futuro perche’ cio’ avrebbe comportato sofferenza. Solo che speravo in una storia vissuta in un modo diverso.
E mi fa’ male ora vedere un’apparente freddezza nei miei confronti. Mi fa’ male sentire che mi parla solo per cortesia ed educazione.
Speravo almeno in un rapporto di amicizia piu’ profondo. E’ solo apparenza: ma fa’ male … male … male da morire.
Forse e’ meglio cosi’ almeno dimentichero’ piu’ velocemente.
E quest’estate deve servire anche da questo punto di vista, una nuova ripartenza e capire che se hai tanto amore dentro devi solo donarlo alla persona giusta che vuole raccoglierlo.
Un nuovo inizio, un nuovo anno e un nuovo sole che illumini il mio cuore.
Ma anche un nuovo atteggiamento e una crescita caratteriale.

rin2

Comments 8 Commenti »