Archivio Febbraio 2010

Australia

Non avrei mai pensato che vedere delle foto potessero creare in me tanta felicita’ e gioia.
Quando mia sorella mi diceva queste cose pensavo che era troppo sentimentale per essere vero.
E invece ho provato le stesse emozioni nel vedere mia mamma e mio papa’ visibilmente commossi da come sono stati accolti in Australia. In alcune delle foto c’era un’immensa torta con la scritta:
“Benvenuti in Australia zii”
E vedere mio papa’ e mia mamma cosi’ felici dopo una vita trascorsa a pensare solo a me, mia sorella e a tutti gli altri che non fossero loro e’ impareggiabile. Credo che in quei momenti mio padre addirittura stesse piangendo.
E ammetto che qualche lacrimuccia e’ scesa anche a me.
Oggi e’ addirittura arrivata una loro cartolina.

Dopo tutta questa felicita’ pero’ anche brutti momenti passati nel week-end.
E’ un tipo molto scherzoso ma dietro a questa verita’ non c’e’ niente di cui ridere. Mentre mi raccontava quelle che per lui erano verita’ ma invece erano il sintomo di una malattia mentale speravo sempre che alla fine uscisse fuori dicendomi “Sei su candid camera!!!” o “Sei su scherzi a parte”. Ma da scherzare c’e’ ben poco e mentre aspettavo queste parole lo guardavo e capivo la serieta’ della cosa.
Ho sempre pensato che il Minnesota test, soprattutto quello riguardante questa parte, fosse una delle cose piu’ stupide che ero stato obbligato a fare. Ma solo ora capisco che non e’ cosi’.
Mi sembrava di essere dentro un film tra il rumore assordante della musica e di questa confessione orribile per noi, quasi increduli. Per lui invece tutta verita’ e neanche l’ipotesi che sia tutto frutto del suo cervello.
La sua convinzione era tanta che anche noi che lo ascoltavamo ci siamo chiesti:
“E se fosse tutto vero?”
Sospettavamo che la sua mancanza e il suo netto cambiamento di comportamento nascondesse qualcosa di pesante ma mai sarei arrivato a pensare a tanto.
Ieri mattina ho dormito poco, anche se non e’ il mio migliore amico e’ pur sempre un mio caro amico. Ed e’ anche una persona molto buona, sensibile e brava che non meritava tutto cio’. Si dice sempre cosi’ ma questa volta e’ veramente vero.

Comments 29 Commenti »

Penso che ora sarete a dormire dopo aver trascorso il primo intero giorno della vostra vita in Australia.
Il primo vostro vero giorno di vacanza diverso dalla solita routine che non avete mai spezzato, quello di tornare al paese delle vostre origini.
Ma questo non lo avete mai fatto, andare in Australia. Si e’ vero che andate per trovare tutte le sorelle e fratelli, nipoti e bis-nipoti ma e’ comunque la prima volta che vi vedo fare una cosa del genere.
Giuro che fino ad un 6 mesi fa’ non avrei mai pensato ad una cosa del genere. Ricordo le parole preoccupate di papa’ che dicevano "tua mamma vuole andare in Australia".
Mesi di preparazione e di accertamenti medici per capire se effettivamente era possibile realizzare questo sogno sicuramente piu’ di mia mamma che di mio padre ma credo che alla fine anche lui ci teneva.
E ieri mentre li accompagnavo guardavo mia mamma e gli dicevo "Allora? Sei contenta? Il momento e’ arrivato!". E lei mi sorrideva.
E poi il primo viaggio in aereo che tante preoccupazioni ha portato. Il primo volo e ben 24 ore!!!
E prima di andarsene gli occhi rossi di mia mamma.
E il magone che mai mi aveva preso anche quando andavano via per piu’ tempo. Ma questa volta sono andati dall’altra parte del mondo e lo ammetto ero molto preoccupato per come potevano reagire al volo, allo scalo per il cambio aereo in un paese che non parla la loro lingua.
Preoccupazioni condivise anche da mia sorella.
Ma la voce contenta (arrivata quasi come una liberazione per me) che erano arrivati e la felicita’ che avvertivo nella voce di mia mamma ancora ora mi fa’ emozionare.
Sono felice, sono felice che i miei genitori abbiano trasformato un loro sogno in realta’ dopo tanti sacrifici fatti per me e mia sorella, dopo aver sempre pensato piu’ al futuro che al presente.
Per la prima volta hanno fatto qualcosa per loro.
Sono felice e sono fiero di aver due genitori cosi.
Fra un po’ il sole si alzera’ da quella parte del mondo e conoscendo mio padre e’ probabile che sia gia’ sveglio.
E un sentimento di felicita’ riempie il mio cuore.

(continua…)

Comments 28 Commenti »