Archivio Giugno 2009

Finalmente un po’ di tranquillita’ e posso ricominciare a scrivere qualcosa dopo due settimane che sono state lunghe e molto stressanti. Il lavoro ha occupato quasi completamente il mio tempo e le mie energie sia fisiche che nervose.
In un momento indicato da tutti come di crisi io mi trovo a lavorare anche 12 ore al giorno. So’ che devo avere solo un po’ di pazienza perche’ probabilmente con la consegna di questo lavoro tutto tornera’ come prima pero’ queste due settimane mi hanno veramente distrutto.
Dopo tutto questo impegno non vorrei anche leggere mail di scontento da parte del cliente, di chi sa’ in quali condizioni abbiamo lavorato. S. dice che dovrei chiedere un aumento, S. dice che ho sbagliato a non farmi riconoscere tutte le ore in piu’ che ho fatto. Io dico che ha ragione e come al solito sono uno stupido.
Quante volte me lo sono detto e in piu’ circostanze, certo e’ impensabile fare sempre tutto in modo perfetto e forse sono sempre troppo duro con me stesso.
In queste due settimane in cui non ho neanche respirato sono pero’ riuscito a portare a termine l’obbiettivo personale che avevo in questo mese: ho superato il secondo esame di Muay Thai abbastanza agevolmente anche perche’ non e’ stato molto difficile dato che il mio maestro si e’ concentrato su un mio pari livello che ha cominciato ad andare in confusione e in tensione e sbagliava anche le cose che avevamo provato pochi minuti prima.
Peccato che dopo quell’esame per il lavoro e per il nuovo orario estivo non sono piu’ riuscito ad andare in palestra.
La mia cara amica si e’ sposata e da sue ultime e’ molto felice. Bene cosi, avrei voluto scrivere un post su quell’evento di quel giorno come lo immaginavo io a 600 Km di distanza ma ancora lui non me lo ha permesso (il lavoro).
Oggi e’ festa cittadina e ci sono le bancarelle …

Comments 2 Commenti »

Il sole comincia a fare capolino dopo la giornata di ieri in cui il vento era il padrone incontrastato. Si comincia anche a rischiarara un po’ questo mio periodo fatto di tanti dubbi e (come sempre) poche certezze. Alcune cose sono tornate al loro posto, come N che e’ tornato qui.
Ormai J ha quasi concluso la sua prima settimana di vita in quel paese lontanto e il dolore della sua perdita si e’ abbastanza attenuato anche se non nego che penso a lei e a come sta’ affrontando questa sua nuova vita.
L’ultima volta mi sono sentito in dovere di dirgli che questo periodo nella sua vita rappresentava un passo cruciale, dopo nulla sarebbe piu’ stato come era prima e che quella era l’occasione per lei per chiudere con il suo passato fatto di poche luci e tante ombre.
E’ finito anche il periodo percui C doveva venire in sede per lavoro, quando non c’e’ sto’ meglio.
Giugno, e’ un mese che mi e’ sempre piaciuto forse perche’ l’ho sempre associato a cose belle come la fine della scuola (quando ancora ci andavo) o il penultimo mese prima delle ferie. E poi e’ il mese dove comincia veramente il caldo ma non ancora cosi’ opprimente come puo’ essere luglio e agosto.
Fra pochi giorni mi attende il secondo esame di Muay thai e una mia cara amica si sposa.
Tutto sommato penso un po’ al futuro, agli obbiettivi lavorativi che mi sono prefissato e che in questo momento mi stanno occupando molto tempo ed energia e ad altri obbiettivi fissati a costruire qualcosa di duraturo per il futuro.
Ma anche su questo sono molto indeciso se restare cosi’, scegliere una soluzione conservativa e probabilmente migliore o dare un taglio netto e buttarmi in un’esperienza che pero’ potrebbe portarmi a fare grossi sacrifici e scontentare i miei.
Ancora non ho deciso e comunque prima di decidere devo trovare quello che fa’ per me. E soprattutto cominciare a cercarla.

Comments 8 Commenti »