Archivio Febbraio 2008

E non e’ che al mattino del sabato, dopo una notte ristoratrice, il mio umore sia molto cambiato. Continuavo a pensare alla sera precedente e non riuscivo a capacitarmi se ero io a ingigantire i fatti o se essi fossero effettivamente come mi apparivano.
Nonostante tutto non avevo fatto niente di grave e i problemi degli altri sono appunto degli altri e io non mi devo permettere di giudicare.
Ho pensato fosse meglio relegare in un cantuccio il tutto ed uscire, forse due passi mi avrebbero permesso di lenire un po’ di malpensieri.

(continua…)

Comments Commenti disabilitati


Venerdi’ mentre tornavo a casa avevo avuto la netta sensazione che questo week-end non sarebbe stato di quelli da ricordare. Storie di sensazioni negative che puntualmente  vengono confermati dai fatti.
Finiti gli allenamenti e consumato velocemente il pranzo sono sceso dove mi aspettava N in attesa di andare al solito pub e trascorrere la solita serata. Il solito e’ stato spazzato via dalla presenza di A.
A era tanto che non si vedeva, da quando e’ andato a vivere in una citta’ vicina con la sua fidanzata passa di li’ raramente (per trovare i suoi genitori) e sempre piu’ raramente esce con noi. A ha avuto successo ultimamente: la sua societa’ comincia a farsi strada nel mondo e lui raccoglie i primi successi tra l’altro meritatissimi.
A si e’ laureato con un alto voto all’universita’ e come suo primo lavoro ha subito aperto una societa’. In poche parole e’ un uomo di successo e dalla sua parte ha anche un bel aspetto fisico e un carattere che lo fa’ amare indistintamente da tutti, e’ anche educato e gentile.
E’ anche molto di compagnia, simpatico e intelligente (chiaramente).
Cosi’ gli proponiamo (piu’ per educazione che convinti che accettasse) di venire a bere qualcosa con noi. Lui che doveva andare a finire un lavoro (!) accetta rimandando a dopo quello che doveva fare.
E cosi’ inizia il peregrinare per la citta’ alla ricerca di un qualcosa di diverso, di un locale con un po’ di gente preferibilmente di sesso femminile.
Cosi’ tra un indicazione sbagliata e due chiacchere cominciano i suoi soliti discorsi da malato sessuale. Perche’ questo era il suo aspetto negativo.
Un uomo malato sessualmente.
Lo sapevo gia’, non avevo bisogno di conferme, ma forse fino a quel punto avevo preso la cosa sul ridire.
Ma venerdi’ …
E cosi’ passiamo da un viale in centro pieno di lucciole e lui inizia con le sue proposte e le sue storie di vita vissuta.
"Dai ci fermiamo e ne carichiamo una", N ovviamente non si faceva nessun problema.
"Fate quello che volete ma a me lasciatemi fuori".
E cosi’ a fare la solita figura da bacchettone moralista.
"Come e’ quella? Dai chiedigli quanto vuole … ma credo che quella sia miss …." e quella che indicava vengo a scoprire che e’ pure famosa nell’ambiente. Certo bella e’ bella.
Una volta questi giri a zonzo li chiamavamo puttan-tour …
E i suoi discorsi continuano ad elencare fatti e avventure con ragazze di tutto il mondo. Con viaggi organizzati apparentemente per lavoro ma che in realta’ si tramutavano in viaggi di piacere.
Finalmente raggiungiamo un locale e dentro di me penso che quei discorsi forse finiranno. Ma la mia e’ una speranza vana.
Perche’ i discorsi continuano, correlati da foto di avventure, di picche e di racconti in luoghi che data la mia diversa estrazione sociale mai potro’ permettermi (poi per soddisfare determinati sfizi).
"La vita e’ una sola se non mi tolgo questi sfizi adesso quando lo faccio?". Il ragionamento non fa’ una grinza.
"E se lei viene a saperlo?"
Dopo questa mia domanda il suo sguardo si rabbuia …
"Sarebbe meglio … " e in quel momento capisco che anche lui si considera malato.
Il ritorno prosegue piu’ o meno sulla stessa riga dell’andata, con un mezzo tentativo di portarci in un locale di lap-dance e il passaggio in un’altra via piena di donnine felici.
Alla fine A ci porta a casa e torna al suo ufficio (erano circa le due di notte), N mi guarda contento della serata e io penso a che tortura ho passato.
Premetto che probabilmente un po’ e’ anche colpa mia perche’ non mi sentivo molto in forma.
Non penso di essere un moralista o un bacchettone ma sentivo che i suoi discorsi avevano inquinato il mio cervello. Anzi, sporcato.
Non capivo perche’ pur avendo una ragazza bellissima, simpatica, intelligente doveva andare a cercarsene altre. Ma soprattutto perche’ cercava proprio quelle situazioni sporche.
Se voleva avere delle altre avventure perche’ non trovarsi altre donne normali? Dove e’ l’eccitazione di un’avventura che tu paghi? Lo possono fare tutti. E’ solo una contrattazione, che poi siano 50 o 1000 euro non cambia niente.
E poi ho avuto proprio la netta sensazione di una persona arricchita che cercava lo stimolo estremo, tipo quei film che si vedono in tv. Ma in realta’ anche questo non e’ vero perche’ e’ sempre stato cosi’.
Sono tornato a casa con il voltastomaco, pensando a quella sporcizia e con la sensazione (penso sbagliata) di essere diventato moralista e bacchettone.
E la mattina dopo le sensazioni non erano molto migliori.

Comments 9 Commenti »

Solo nei sogni piu’ temerari esiste la tua immagine.
La tua immagine come entita’ e non come fisicita’ che annebbia sempre la mente maschilista.
E la tua entita’ e’ dolce, fantasiosa, sorridente ed e’ priva di tutte quelle caratteristiche negative che ho sempre riconosciuto all’universo femminile.
Ti traccio la via da percorrere cospargendo il tuo cammino di petali di rosa. Non perche’ io voglia indicarti necessariamente un sentiero ma semplicemente per esserti d’aiuto nelle tue scelte.
Il nostro cammino deve essere paritetico con il desiderio di crescere entrambi.
E insieme.Insieme io e te.
Figli di un bisogno che abbiamo entrambi e che non possiamo in eterno sopire per paura.
E quei petali di rosa, che al tatto ricordano il velluto, sono forse l’essenza di un sentimento di cui pochi possono capire l’intensita’ e il trasporto.

(continua…)

Comments 2 Commenti »

Seduto a guardare
mentre il sole va giù
ascoltando qualcosa
che non sai neanche tu
il "ritmo" del mondo
batte dentro di te
mentre cerchi qualcosa….
che forse non c’è!
E rimani così
incantato a seguire
quei riflessi…che il Sole
non lascia morire
E ascolti le immagini
dentro di te…
mentre suoni…e la Musica..
…NASCE DA SE’…

(continua…)

Comments 2.591 Commenti »