Archivio Agosto 2006


E con il mio rientro a casa si sono concluse anche per quest’anno le mie vacanze.
Tutto sommato sono abbastanza contento perche’ sicuramente non le includero’ fra la top-ten delle vacanze piu’ belle da me trascorse.
L’altro giorno ho rivisto per l’ultima (almeno per quest’anno) E e lei alla fine e’ riuscita a strapparmi il numero di telefono. Non volevo darglielo ma in realta’ mi sentivo uno stronzo e quindi alla fine ho ceduto. Ma ho puntualizzato che non credo ai rapporti a distanza qualunque essi siano. Forse ha capito, forse no ma non volevo illuderla su qualcosa di cui poi avrebbe soifferto.
Forse ho fatto il mio ennesimo sbaglio a non approfittare della situazione … tanto tutti fanno cosi’, si approfittano del prossimo e poi via.
Potevo uscirci qualche sera e con la scusa del mare, le stelle … concludere. Tanto poi le nostre citta’ erano veramente lontane e il rapporto si sarebbe dissolto da solo.
E poi? Mi sarei sentito un verme perche’ mi rendevo conto che lei ci teneva a me mentre io … proprio non me ne fregava niente. E ho cercato di farglielo capire in ogni modo: allontandomi quando si avvicina troppo, non guardandola negli occhi quando il suo viso si avvicinava … e lei alla fine che cosa ha pensato? Che io fossi gay!!!
Ma insomma tu ti comporti bene, cerchi di non fare del male, non te ne approfitti e loro cosa pensano? Che tu sei diverso … pensare che forse non mi piaci? Troppo facile?
Ieri ho preso il treno chiaramente senza prenotare (era tutto esaurito), risultato? 16 ore nel corridoio senza riuscire a chiudere occhi se non per qualche minuto e stato di coma profondo adesso. Anche perche’ tornato ho infilato il grembiulino, scopa in mano e via a pulire tutta casa che era stata lasciata da oltre un mese in stato pietoso.
Adesso finalmente ho concluso tutto quello che mi ero prefissato e ne approfitto per girovagare un po’ su’ internet e farmi del male ancora coscientemente.
Lunedi’ si ricomincia anche al lavoro e sembrera’ strano non ne ho proprio voglia. Dopo un mese di vacanze come si fa’?

Comments 5.678 Commenti »


Non mi era mai capitato nella mia vita di essere abbordato. Pensavo che le donne non avessero il coraggio di esporsi in questo modo in virtu’ di una parita’ sempre voluta ma solo nelle cose in cui a loro conveniva.
Eppoi pensavo che non lo facessero anche per un discorso di paura e per quel classico ragionamento in cui devono essere gli uomini a fare queste cose e loro non devono sprecarsi in questi atteggiamenti. D’altronde se loro sono le donne devono sempre un po’ comportarsi da persone che se la tirano
Ma comunque fatto sta’ che mentre ero in acqua un po’ al largo avvolto nei miei pensieri dall’acqua e il mio sguardo ero rivolto sulla linea che divide il cielo dal mare sento una vocina che mi dice:
- e’ sporco qua il mare … -
E da quella frase non si e’ piu’ fermata continuando a parlare per tutta la giornata e i giorni successivi.
Credo di piacergli e non poco ma a me francamente piace solo chiaccherare con lei. Forse perche’ mi stordisce con le sue parole e non mi fa’ pensare a tante fisse che ho in questi momenti. Ma poi cerco anche di non illuderla rifiutando ogni suo invito per la sera a bere qualcosa o andare a mangiare qualcosa.
Ultimamente pero’ le scuse che sto’ inventando stanno per finire e ho paura di crollare ed accettare un suo invito. Poi penso che alla fine ne potrei approfittare per i miei comodi, tanto lo hanno fatto in tanti perche’ non farlo io? Tanto poi e’ una storia estiva e considerata la nostra lontananza effettiva non mi obbligherebbe a scuse fantasiose.
E poi magari la ritroverei pronta per l’anno successivo …
Si, dai e’ solo una storia estiva nessuno ne soffrira’ …
Ma non ci riesco, non sono cosi’ devo provare almeno qualcosa, un po’ di sentimento anche se non e’ amore puro, ma almeno un po’ di affetto.
E allora continuiamo cosi’ in questo rapporto di amicizia cercando di evitare di illuderla e cercando di evitare di uscire con lei la sera.
Comunque e’ una sensazione piacevole essere abbordato e vedere lei adorante verso di me mi lusinga non poco.

Comments 35 Commenti »


E’ qui seduto di fronte a me. Mi guarda, mi scruta.
Osservo il suo pizzetto e il colore rosso della sua pelle. Dovrei avere paura ma non ci riesco perche’ so’ che non e’ qui per farmi del male.
- Voglio la tua anima
- Cosa?
- Voglio la tua anima, vendimela…
- Mi dispiace ma non e’ possibile
- Io la compro, avrai in cambio quello che piu’ desideri
- Lo sai che non posso aderire alla tua richiesta
- Dite tutti cosi’ poi alla fine per ottenere qualcosa cedete tutti. Come quello stupido individuo che voi considerate uno delle persone piu’ importanti del mondo. Bush, mi sembra si chiami cosi’. Mi ha venduto la sua anima perche’ voleva diventare come un suo parente … io gli ho chiesto di mandarmi su’ piu’ gente possibile in cambio. E cosi’ ha provocato due guerre e probabilmente in base ai miei capricci e alle mie necessita’ ne fara’ un’altra. Ma non e’ il solo, ce ne sono molti altri e che lo so tu invidi.Molti vogliono soldi, altri fama, altri ancora ricchezza. E’ solo una questione di prezzo. E tu non sarai da meno.
- E invece ti sbagli, quello che tu mi puoi offrire non mi interessa perche’ quello che desidero lo posso ottenere con le mie mani.
- Lo so che hai tanti desideri e che probabilmente non riuscirai a esaudire. E questo lo sai anche tu. Esprimi dei desideri e vendimi la tua anima per il dopo l’aldila’
- Avere un piccolo sollievo in questa vita terrena e soffrire per l’eternita’? No, grazie
- Guarda che la differenza tra paradiso e inferno non e’ come la raffigurate voi umani. Il paradiso non e’ un giardino sempre verde dove sono tutti felici e l’inferno non e’ un luogo in cui tutti bruciano e si lamentano all’infinito. Per fare un paragone con il vostro mondo diciamo che il paradiso e’ il centro di una citta’ e l’inferno la periferia. Voi umani avete sempre questa abitudine a vedere tutto bianco o nero. Ma esistono diverse sfumature. E comunque siamo molto piu’ numerosi noi, sai quanti mi vendono l’anima? Di solito mando i miei emissari ma con te ho scelto di venire personalmente.
- Forse perche’ sai che e’ una battaglia persa.
- Forse … ma non ne sarei cosi’ sicuro. Io ti posso dare qualcosa che tu desideri e che con le tue buone maniere non otterrai mai. Ti posso dare il dono del poetare in modo che puoi incantare tutte le donne che vuoi e vendicarti per tutte quelle volte che ti hanno fatto soffrire per seguire un millantatore. Sai cosa e’ buffo? E’ che loro lo sapevano ma hanno quello strano modo di pensare che le convince che loro cambieranno quella persona
- Un uomo sta’ con una donna sperando che lei non cambiera’ mai e invece lei cambia e una donna sta’ con un uomo sperando di cambiarlo ma non ci riuscira’ mai. E’ questo quello che vuoi dire?
- Esattamente, ma con le parole da loro puoi ottenere tutto quello che vuoi. Basta una poesia, frasi che non hanno senso ma che assomigliano a una poesia e loro zac cadono dritti ai tuoi piedi. E le tue ultime esperienze ti insegnano quanto sia vero questo. Tu mesi e mesi di buoni comportamenti, veramente apprezzabili oserei dire, poi basta un niente e loro con il loro poetare in meno di niente se le portano a letto
- Che soddisfazione puo’ essere ingannare una persona promettendogli amore o in modo ancora piu’ subdulo dicendogli di non aspettarsi niente solo per farsi una trombata? Non e’ questo quello che cerco
- Sei un’ipocrita, l’unica differenza e’ che tu non riesci a comportarti cosi’ ma lo vorresti. Come quella tua stupida idea di non vendicarti perche’ altrimenti devi ancora pensare a quella persona e tu non lo vuoi fare. Pensa, poesia, incanto, abbaglio e tutte le donne che vuoi. Tanto loro non capiscono quale e’ la luce vera generata dal sole e quale quella finta. Loro vogliono solo illudersi di vivere un’amore come non ci sono mai stati. E se tu le fai entrare in una storia di amore e poesia potrai avere tutto quello che vuoi da loro
- Ti ho gia’ detto che non mi interessa, cioe’ che invidio enormemente tutte le persone che sanno poetare e non hanno scrupoli. Ma non voglio
- Voi umani a parole volete sempre fare le cose corrette piene di buoni sentimenti etc etc ma in realta’ voi volete il male, desiderate il male. Nell’aldila’ lo sai che in confronto noi del male siamo cento volte di piu’? E tutti pero’ dite che desiderate il bene. Ma basta tornare all’anno 0 del vostro tempo. Nonostante la domanda sia stata fatta piu’ volte chi ha scelto la popolazione? Barabba rappresentante del male e ha fatto morire Gesu’ rappresentante del bene. Come la metti?
- C’era molta ignoranza al tempo e le persone avevano paura
- Balle, la verita’ e’ che le persone preferiscono il male
- E allora perche’ tu vai in giro per comprare anime? Se la gente preferisse il male verrebbe subito da te
- Le persone bisogna convincerle, comunque basta offrirgli poco per ottenere tutto quello che si vuole. Tu sei un caso a parte, sapevo che con te non avrebbe funzionato il classico binomio fama, ricchezza e per questo sono venuto personalmente.
- Mi dispiace darti un dispiacere ma credo tu abbia fatto un viaggio a vuoto
- Puo’ darsi, ma intanto comincio a metterti il tarlo dentro il cervello, pensa al poetare, puoi ottenere tutto quello che vuoi, fama, ricchezza ma soprattutto quello che piu’ interessa a te: donne e amore. Pensa anche piu’ di una
- La mia risposta e’ sempre picche …
- Va bene, lo sapevo, questo era solo un approccio per farti riflettere tornero’ quando sarai piu’ malleabile fino a che non cederai
Sta’ andando via, vorrei fermarlo, vorrei accettare perche’ so’ che ha ragione. Le brave persone muoiono presto e senza soddisfazioni e io sono stanco di subire impotente. Forse quando tornera’ non riusciro’ con la stessa veemenza a rifiutare il suo invito.

Comments 1.318 Commenti »

Chi le ha inventate le fotografie
chi mi ha convinto a portar qui le mie
che poi lo sappiamo
scattan le paranoie
Le facce nelle foto accanto a noi
entrate nelle nostre vite e poi
scappate di corsa
per non tornare mai
Quanti in questi anni ci han deluso
quanti col sorriso dopo l’uso ci hanno buttato
si alza dalla sedia del bar chiuso
lentamente Cisco e all’improvviso dice:
“Voi non capite un cazzo è un po’ come nel calcio”
E’ la dura legge del gol
fai un gran bel gioco però
se non hai difesa gli altri segnano
e poi vincono
Loro stanno chiusi ma
alla prima opportunità
salgon subito e la buttan dentro a noi
la buttan dentro a noi
Da queste foto io non lo direi
che di tutta ‘sta gente solo noi
siam rimasti uniti
senza fotterci mai
Sull’amicizia e sulla lealtà
ci abbiam puntato pure l’anima
per noi chi l’ha fatto
chi per noi lo farà
Quanti in questi anni ci han deluso
quanti col sorriso dopo l’uso ci hanno buttato
Si alza dalla sedia del bar chiuso
lentamente Cisco e all’improvviso dice:
“Voi non capite un cazzo è un po’ come nel calcio”
E’ la dura legge del gol
fai un gran bel gioco però
se non hai difesa gli altri segnano
e poi vincono
Loro stanno chiusi ma
alla prima opportunità
salgon subito e la buttan dentro a noi
la buttan dentro a noi
Il tipo con il cappellino blu
dei New York Yankees quello lì sei tu
mi sa che anche al cesso
te lo tenevi su
E quella nella foto accanto a te
non è il fenomeno della tua ex
quella che diceva:
“Scegli o loro o me”
Quante in questi anni ci han deluso
quante ci hanno preso e poi di peso ci hanno buttato
Si alza dalla sedia del bar chiuso
lentamente Cisco fa un sorriso e dice:
“Noi abbiam capito tutto è un po’ come nel calcio”
E’ la dura legge del gol
gli altri segneranno però
che spettacolo quando giochiamo noi
non molliamo mai
Loro stanno chiusi ma
cosa importa chi vincerà
perché in fondo lo squadrone siamo noi
lo squadrone siamo noi

883

Comments 66 Commenti »


Non sono fatto per questo mondo qua. Troppo diverso dal mio modo di vivere e pensare per riconoscermi.
Un mondo dove contano di piu’ le parole che i fatti un mondo dove basta saper incantare gli altri per ottenere tutto quello che si vuole anche quello che non si merita.
Ma la sincerita’, la lealta’, i buoni sentimenti che tutti professano e cercano? Solo fesserie fino a che fanno comodo, ma quando vanno contro i propri interessi ci rimangiamo tutto pur di ottenere quello che ci eravamo prefissato.
No, non voglio vivere in questo mondo, io desidero un mondo pulito perche’ io mi sento tale e al contrario di molti lo posso anche urlare senza paura che qualcuno sconfessi le mie parole.
Parole, parole, parole … penso di odiare questa … “parola”.
Penso di odiare tutti quelli che usano le parole e incantano gli altri. Odio questo mondo dove contano solo le parole.
Forse perche’ mi hanno sempre insegnato a guardare dietro le parole e per me e’ naturale che non riesco a capire come gli altri non si accorgono di quante fesserie vengono dette.
Forse perche’ sono le fesserie che vogliono sentirsi dire. Ma nessuno si pone mai il problema se e’ verita’ o incanto? E questi incantatori non si vergognano? Ma come potrebbero ottengono tutto quello che vogliono con il loro modo di fare. D’altronde che ti aspetti da un mondo in cui e’ stato coniato il proverbio “Il fine giustifica i mezzi”
Un mondo dove tutti vengono giudicati in base a cosa fanno e a come si comportano, ecco cosa voglio.
Io in questo mondo non mi ci riconosco.

Comments 118 Commenti »


Questo e’ un angolo di paradiso, forse poco conosciuto o meglio poco frequentato dato che e’ proprio ai margini della citta’. Se cosi’ si puo’ chiamare.
Il vento soffia e con esso porta delle minuscole gocce d’acqua che hanno deciso di abbandonare i propri compagni nella speranza di una vita diversa dalla massa.
Purtroppo la loro sara’ una ricerca vana dato che sono finiti nel cemento di questo spiazzo.
E fra un po’ spariranno dalla vita quando il calore del sole riuscira’ a superare i rami degli alberi. Non sempre le scelte coraggiose e la ricerca dei cambiamenti portano giovamento. E’ una scelta rischiosa anche se a mio parere sempre da premiare. Purche’ non siano scelte folli.
Nel letto del fiume sono nati dei piccoli alberi che tanto piccoli in realta’ non sono.
Il vento muove i rami e le foglie, questo gioco sembra un inno alla vita tanto e’ orgoglioso.
Il fruscio dell’acqua che scorre mi tranquillizza, mi rilassa.
Ha sempre avuto questo effetto. La fontana al mio fianco mi indica che e’ stata intitolata alla “Madonna del Carmine” vecchia tradizione che vuole intitolare ad ogni angolo di pace un santo. E le fontane da dove sgorga l’acqua simbolo della vita e’ uno dei luoghi preferiti.
Questa pace viene interrotta dal rombo di un motore che si ferma prprio davanti a me.
Il vecchietto scende e mi guarda perplesso incuriosito dal vedere una persona seduta qui.
Credo sia venuto per fare scorta d’acqua da bere ma lui prosegue dopo la fontana fino a perdersi ai miei occhi. Ritorna con un sacchetto, forse piu’ avanti ci sono delle case.
Non tutto pero’ qui e’ vita, l’incivilta’ dell’uomo ha lasciato dei ricordi sotto forma di bottiglie e bicchieri ormai vecchi e ingialliti dal tempo.
C’e’ anche una vecchia rete di un letto ormai arrugginita.
E in lontanza dell’erba ormai essicata dal sole.
La sua unica colpa aver scelto di vivere in un luogo impervio non adatto ai suoi bisogni primari.
Una piccola lucertola cerca il sole poi si muove si riferma e infine sale su un muro fino a perdersi nel verde di una pianta che sovrasta il muricciolo.
Finisco la sigaretta e mentre guardo un piccolo albero che si piega timoroso al vento non certo forte penso alle parole di settimana scorsa:
“Fai le cose senza paura”

Comments Commenti disabilitati


Un po’ di amaro nella bocca mi e’ ancora rimasto per un chiarimento mai avvenuto e che probabilmente mai avverra’. Ma tutto sommato oggi mi sento bene e gia’ questo e’ positivo dopo un mese e oltre di tristezza. E neanche la notizia tristissima che mio nipote si e’ rotto un braccio e’ riusciuta (se non in quel momento) a rovinarmi la giornata.
Non e’ stato un periodo positivo e questo l’ho capito durante il mio ritorno a Roma seppur solo in veste di turista.
Ricordo che prima di uscire con i miei amici dovevo prepararmi psicologicamente per eliminare dalla mia mente la tristezza celata in non so quale punto per evitare di rovinarmi quei pochi giorni che sarei rimasto li’.
E dopo questa preparazione forzata ero pronto a uscire e divertirmi con loro.
Sono stati molto carini, ci siamo visti ogni giorno che sono stato li nonostante avessi molti dubbi su questo, un po’ per le vacanze un po’ per non so cosa.
Ho scoperto che erano stati (e sono nonostante la lontananza) dei veri amici e un po’ mi faccio i complimenti per averli scelti durante un periodo lavorativo che sapevo prima o poi dovesse finire.
E poi e’ stato strano tornare in una citta’ in cui hai vissuto solo ed esclusivamente per lavoro come turista.
L’incontro con quella persona pero’ mi ha scombussolato non poco, nessuna persona era mai riuscita a inquadrarmi cosi’ velocemente come lui.
E tutte le cose che ha detto poi mi hanno fatto capire tante cose … e con esse la speranza per un futuro nuovo, migliore.
Non so se e’ tutto vero ma voglio aggrapparmi a questo ramo comparso in mezzo all’oceano della mia tristezza per sognare un po’ e sperare.
Chissa’ vediamo …
Adesso sto bene e voglio godermi tutto quello che posso …
Forse per me e’ l’inizio di una nuova era …

Comments 97 Commenti »

Testo
It’s been seven hours and fifteen days
Since u took your love away
I go out every night and sleep all day
Since u took your love away
Since u been gone I can do whatever I want
I can see whomever I choose

I can eat my dinner in a fancy restaurant
But nothing
I said nothing can take away these blues
`Cause nothing compares
Nothing compares 2 u

It’s been so lonely without u here
Like a bird without a song
Nothing can stop these lonely tears from falling
Tell me baby where did I go wrong
I could put my arms around every boy I see
But they’d only remind me of you
I went to the doctor n’guess what he told me
Guess what he told me
He said girl u better have fun
No matter what u do
But he’s a fool
`Cause nothing compares
Nothing compares 2 u

All the flowers that u planted, mama
In the back yard
All died when u went away
I know that living with u baby was sometimes hard
But I’m willing to give it another try
Nothing compares
Nothing compares 2 u
Nothing compares
Nothing compares 2 u
Nothing compares

Traduzione
Sono passate 7 ore e 15 giorni
Da quando hai portato via il tuo amore
Io esco ogni notte e dormo tutto il giorno
Da quando hai portato via il tuo amore
Da quando te ne sei andato posso fare quello che voglio
Posso vedere chi voglio

Posso mangiare il mio pranzo in un ristorante speciale-
Ma niente
ho detto niente può portare via questa tristezza
Perché niente è uguale
Niente è uguale a te

C?è cosi tanta solitudine senza di te qui
Come un uccellino senza una canzone da cinguettare
Niente puo fermare queste lacrime solitarie che cadono
Dimmi baby dove ho sbagliato
Posso attaccarmi ad ogni ragazzo che vedo
Ma questi non farebbero altro che ricordarmi te
Sono andata dal dottore, indovina cosa mi ha detto
indovina cosa mi ha detto
Ragazza fai meglio a non pensarci e divertirti
Non importa cosa fai
Ma lui è un pazzo
Perché niente è uguale
Niente è uguale a te

Tutti i fiori che hai piantato
dietro nel cortile
Sono morti tutti quando lui è andato via
So che vivere con te era qualcosa di difficile
Ma sono disposta a provare ancora una volta
Perché niente è uguale
Niente è uguale a te
Perché niente è uguale
Niente è uguale a te

Sinead O’Connor

Comments 369 Commenti »

Ma perche’ ti comporti in questo modo adesso?
Perche’ non ti fai piu’ sentire? Perche’ non vuoi piu’ comunicare con me?
Eppure pensavo che il nostro rapporto non si sarebbe mai interotto in questo modo senza neanche una motivazione valida.
Credevo che uno dei nostri punti di forza fosse il confronto delle idee …
O nonostante le tue parole hai la pretesa che dica quello che vuoi sentire?
E tutti quei “ti voglio bene” dove sono finiti? Forse anche quelli erano falsi, frasi buttati li’ solo per farmi piacere e non reali sentimenti.
Forse tu ti aspettavi delle mie scuse ma non non sento di doverti delle scuse semplicemente perche’ non penso di aver fatto qualcosa per cui chiederti scusa.
Anzi se proprio vogliamo dirla tutta penso che aspettassi solo il momento buono per disfarti di me e magari sostituirmi con qualcun altro. Perche’ altrimenti avresti accettato un confronto come e’ successo in altri momenti.
Ho provato a comunicare con te ma di fronte all’indifferenza non posso fare niente.
Eppure questo poteva esssere il momento che aspettavamo da quando ci siamo conosciuti. E invece tu hai preferito prendere altre vie … come pensi che mi sia sentito io quando mi hai detto che il tempo che dovevamo trascorrere insieme avevi deciso di …
Pero’ nonostante tutto penso che almeno una spiegazione potresti darmela, penso di averne diritto.
E se hai deciso di non voler piu’ avere niente a che fare con me almeno dirmelo.
Anche se forse questo tuo mutismo e’ gia’ una risposta.

Comments 671 Commenti »