Archivio Luglio 2005


Che il mondo della televisione illuda sul prodotto è cosa risaputa.
Che le cose/persone/fatti siano alterati dal tubo catodico anche.

E’ capitato che ieri mi sia recato a vedere un programma televisivo in diretta. Dalla televisione appare tutto bello, pieno di gente, grande entusiasmo, feeling fra pubblico e personaggi famosi …
Poi vai li’ e ti accorgi che il folto pubblico intravisto in televisione non sia poi così numeroso come sembra.
Che gli spazi da cui viene prodotto non siano così immensi.
Che la conduttrice non sia così alta e bella come appare. Che assomigli quasi a una bambina di 12 anni.
Ti accorgi che tutti i cosiddetti vip in realtà sono persone normalissime con la grande fortuna di saper fare bene un lavoro che produce fama e notorietà.

E poi guardi il pubblico … il quale, anche per il format del programma, è molto giovanile.
E ti accorgi di quante ragazzine ci sono … vestite come la peggior specie … in attesa di qualche secondo di notorietà per un’eventuale futura occupazione o con la speranza di poter avere un contatto ravvicinato, molto ravvicinato con qualcuno che lavora in tv.

Paradossalmente mi sono sembrate più pulite le persone che facevano parte della telvisione in confronto al pubblico che faceva parte delle persone comuni.

Insomma niente di più e niente di meno di quello che si dice della televisione, tra finzione e realtà

Comments 16 Commenti »